Centro Artrofibrosi Ginocchio

Centro Artrofibrosi Ginocchio

L'artrofibrosi (AF) è caratterizzata da cicatrici anomale interne all'articolazione del ginocchio e nelle strutture extra-articolari.

È una complicazione di lesioni o interventi chirurgici (anche di procedure minori, come una meniscectomia parziale) in cui una risposta infiammatoria esagerata porta a un'eccessiva e anomala formazione di tessuto cicatriziale, quindi a una dolorosa restrizione del range di movimento del ginocchio (ROM).

Questa condizione clinica può poi evolvere in atrofia muscolare, accorciamento del tendine rotuleo e cicatrizzazione localizzata o generalizzata all'interno e all'esterno dell'articolazione del ginocchio, coinvolgendo quindi l'intera capsula articolare che si ispessisce. Il tendine rotuleo accorciato e il cuscinetto adiposo sfregiato che spesso diventa "appiccicoso" tira il tendine stesso verso il centro del ginocchio e possono provocare una condizione di rotula baya (infera). La combinazione di questi fattori nei casi più gravi di artrofibrosi del ginocchio stringe l'intera articolazione che diventa rigida e con mobilità rotulea potenzialmente minima o assente. La mancanza di estensione completa e la patella infera possono in definitiva portare a danni alla cartilagine.

Con questa patologia la riabilitazione altamente specializzata è sempre il primo approccio e quindi fondamentale. La riabilitazione specializzata per l'artrofibrosi del ginocchio richiede una grande esperienza e si concentra sul ripristino delicato del ROM, sulla gestione dell'infiammazione e del gonfiore tramite strategie riabilitative, sull'adeguato supporto farmaceutico e sulla normalizzazione del dolore, in quanto questo aspetto è spesso il risultato di una sensibilizzazione centrale o periferica del sistema nervoso.

Un'équipe di fisioterapisti preparati è d'obbligo per riconoscere in tempo l'insorgenza precoce della AF del ginocchio e adattare immediatamente il piano riabilitativo e, quando questo passaggio si rivelasse insufficiente, ricontattare rapidamente il chirurgo ortopedico (e i pochissimi esperti nel trattare con ginocchio AF con cui collaboriamo in tutto il mondo) al fine di aggiungere un supporto farmaceutico e talvolta pianificare un intervento chirurgico dedicato.

Il rinforzo non è l'obiettivo primario in caso di AF al ginocchio. Spingere il ginocchio attraverso una riabilitazione aggressiva per recuperare la mancata flessione e/o estensione non farebbe che aggravare la situazione.
Gli sforzi si dovrebbero concentrare su un adeguato sollievo dal dolore mentre si recupera il ROM e a rendere le aderenze e le cicatrici più flessibili ed elastiche, portando infine alla loro evoluzione tramite deformazione plastica e (se possibile) al riassorbimento parziale/completo senza infiammare ulteriormente il ginocchio.
Il trattamento dei deficit di ROM richiede un alto livello di compliance del paziente e una sua adesione ad un programma specialistico da seguire sia in studio che a domicilio, ricorrendo se necessario all'utilizzo di qualche dispositivo dedicato.

Il team di Sports Rehab è specializzato nella gestione di questa patologia del ginocchio potenzialmente devastante e si adopera per offrire ai pazienti la migliore assistenza globale curando tutti gli aspetti necessari.

Parte del nostro team ha trascorso molto tempo a occuparsi di questa patologia del ginocchio spesso non diagnosticata in alcune delle migliori cliniche ortopediche e di medicina sportiva negli Stati Uniti, come la Steadman Clinic (Vail, CO), il Cincinnati SportsMedicine & Orthopaedic Center/Dr. Noyes Knee Clinic (Cincinnati, OH), l'Istituto Andrews (Gulf Breeze, FL), e alcuni altri, sviluppando quindi una comprensione approfondita dei meccanismi, delle cause, delle complicanze e degli approcci.

La multidisciplinarietà è cruciale in questo complicato processo, per questo motivo il nostro team lavora a stretto contatto con chirurghi ortopedici del ginocchio e alcuni specialisti in tutto il mondo per gestire ogni caso di AF del ginocchio. Quando i sintomi, la rigidità e la disabilità peggiorano nonostante la fisioterapia di alta qualità, diventa il momento per il fisioterapista di riportare il paziente dal medico e discutere insieme a lui e al paziente le migliori opzioni disponibili.
L'intervento chirurgico, nel caso, deve essere eseguito da un chirurgo del ginocchio che ha sviluppato competenze nel trattamento della AF del ginocchio, poiché le tecniche chirurgiche sono molto particolari.

Nel caso in cui venga eseguito un intervento chirurgico per ripristinare il ROM del ginocchio e della rotula, rilasciare i tessuti cicatriziali, ecc., iniziamo il nostro regime di fisioterapia specializzata subito dopo l'intervento chirurgico, a letto, con la macchina CPM (Continue Passive Motion), ghiaccio e compressione, e se necessario uno splintaggio in estensione.
La riabilitazione deve essere eseguita ogni giorno, con un programma rigoroso, il cui obiettivo primario è recuperare e mantenere il ROM mentre il ginocchio si calma fino a raggiungere la sua omeostasi per le prime 6-8 settimane, a seconda dei casi. I nostri fisioterapisti esperti ti guideranno attraverso il processo se hai a che fare con la AF del ginocchio.

Collaboriamo con il sito web KNEEguru.co.uk per aiutare i pazienti affetti da artrofibrosi al ginocchio provenienti da tutta Europa (vedi il profilo del co-fondatore).

Materiale informativo sull'artrofibrosi di ginocchio:

Sotto-servizio di: